Visualizza fase: Sostanze solide e liquide

Ordine3
TitoloSostanze solide e liquide
Attività

Scheda individuale 2A: scrivi un esempio di solido e uno di liquido (riflessione a partire dalle preconoscenze)

Scheda di gruppo 2B: partendo dagli esempi fatti nelle schede individuali bisogna costruire una tabella con elenco di sostanze solide e liquide.

Condivisione nel gruppo classe: lettura e registrazione sulla lavagna dei contributi dei vari gruppi e discussione sugli eventuali casi discordanti


DEFINIZIONE DI "SOSTANZA". La lezione successiva l'insegnante consegna l’elenco dei solidi e dei liquidi di tutti i gruppi e la seguente scheda.

Scheda di gruppo 2C: i ragazzi devono individuare dall'elenco consegnato quelle che secondo loro sono sostanze

Condivisione nel gruppo classe: segue l’esposizione del lavoro di ogni gruppo che viene registrata alla lavagna.


OSSERVAZIONE CAMPIONI. Ai ragazzi vengono proposti bicchieri contenenti: due solidi e due liquidi osservativamente omogenei in ogni loro parte (rispettivamente gomma e gesso e acqua e alcool), un solido e un liquido osservativamente non omogenei (una pietra, esempio 4 e succo di pomodoro con origano, esempio 1).

Si propongono due schede (2D e 2E), la prima individuale e la seconda di gruppo, con la stessa consegna:

“Gli esempi 1 e 4 sono …………………………  mentre tutti gli altri sono…………………”

Vengono registrate alla lavagna le considerazioni di ogni gruppo.

Si definiscono gli esempi 2, 3, 5, 6 sostanze. Viene consegnato agli alunni l’elenco delle caratteristiche (da loro precedentemente costruito) che consente di distinguere le sostanze dalle non sostanze e si avvia una discussione per giungere ad una definizione più precisa di sostanza ad es: "Una sostanza ha un solo colore o è incolore (non ha sfumature), non ha screpolature, non è formata da parti diverse"


Si riconsegna l’elenco dei solidi e dei liquidi ed in base alla definizione condivisa viene chiesto ai ragazzi, prima individualmente e poi tramite un lavoro di gruppo, di cancellare dall’elenco i solidi e i liquidi che non corrispondono alle caratteristiche indicate nella definizione. Si riportano alla lavagna le sostanze individuate e tramite discussione si giunge all’elenco finale.

Scheda individuale 2F e di gruppo 2G: che cosa ti fa dire che una sostanza e solida? Che cosa ti fa dire che una sostanza è liquida?

Condivisione nel gruppo classe: lettura e registrazione sulla lavagna dei contributi dei vari gruppi e discussione sugli eventuali casi discordanti. Elenco (da perfezionare in seguito con l’attività sperimentale) di caratteristiche di solidi e di liquidi, in una tabella a due colonne (tabella 2).


OSSERVAZIONE CAMPIONI. L’insegnante presenta ai bambini alcuni bicchieri trasparenti, tutti uguali, contenenti acqua, olio, detersivo, alcool, sciroppo, …, e un gruppo di bicchieri trasparenti tutti uguali contenenti pezzetti di: gesso, plastica, foglio di carta, cartoncino, ferro, ...I bambini, a coppie, sono invitati a manipolare il contenuto dei bicchieri (possono toccarli, schiacciarli, rovesciarli, travasarli in altri contenitori con forme differenti …). Tornati a posto compilano la seguente scheda.     

Scheda individuale 2H: viene chiesto ai ragazzi di descrivere cosa accade quando manipolano il contenuto dei bicchieri.

L’insegnante riconsegna la tabella delle caratteristiche individuate dagli alunni nell’attività precedente e chiede loro che, sulla base dell’esperienza appena condotta e delle osservazioni riportate nelle loro schede individuali, rispondano alla seguente domanda.

Scheda di gruppo 2I: rileggete quello che avete scritto nella scheda individuale 2H riguardo all’esperienza di toccare, schiacciare e rovesciare liquidi e solidi e, in base a ciò che avete osservato, integrate e modificate la tabella 2 che abbiamo costruito la scorsa volta.


OSSERVAZIONE CAMPIONI. Si presentano ai bambini bicchieri trasparenti con riso, cacao in polvere, pastina piccola, zucchero, sale grosso, farina di mais. A coppie i bambini sono invitati a toccare, schiacciare, rovesciare il contenuto dei bicchieri. Al termine viene loro consegnata una scheda individuale in cui si chiede:

Scheda individuale 2L: “Pensando alle caratteristiche trovate per i liquidi e per i solidi, quali vanno bene anche per queste sostanze? Quali no?” “Metteresti queste sostanze nel gruppo dei liquidi o in quello dei solidi? Spiega il perché.”

Scheda di gruppo 2M (gruppi scelti in modo eterogeneo in base alle risposte): rileggono e confrontano le schede completano una frase.

Condivisione nel gruppo classe: un rappresentante per gruppo illustra le conclusioni alla classe, mettendo anche in evidenza gli eventuali pareri discordanti.

Discussione di classe sulle caratteristiche individuate per arrivare ad una definizione condivisa (di polvere o solido granulare o … come i bambini decidono di designare questo tipo di solidi) e registrazione sul quaderno. Ad esempio: si dicono solidi granulari o polveri le sostanze formate da tanti pezzetti solidi; messi insieme prendono alcune caratteristiche dei liquidi (se li lanci si scompongono in “pezzetti”, in mano “colano”, se metti la mano dentro li puoi attraversare, prendono la forma del contenitore in cui li metti).


VERIFICA FINALE

Obbiettivi

Questa fase contiene 6 materiali

link
Scheda 2C-2F
Schede 2L-2M
Scheda 2F-2G
Schede 2A e 2B