LogoDonMilaniLibroAperto

Progetto "Città Digitale" - Diffusione capillare delle tecnologie (2009-2010)


Il progetto ha le premesse nella storia più lontana della sperimentazione (1984), che ha attribuito alle tecnologie un ruolo importante nella qualificazione dei contesti di apprendimento e attualmente pone in attuazione uno dei quattro filoni principali di ricerca-azionedi tutta la scuola. E' condotto in collaborazione con l'ITD del CNR di Genova ed è realizzato con finanziamenti del MIUR (Dipartimento politiche giovanili) e la mediazione del Comune di Genova.

Obiettivi

- Versante docenti:

  • perfezionare, in condizioni di sperimentazione sul campo, ovvero non simulate e fuori contesto, un modello di comunità di pratica nella scuola, che utilizzi in misura determinante sistemi di ICT.
  • Introdurre le TIC nella mediazione didattica, seguendo criteri espliciti di congruità con gli obiettivi formativi e di sostenibilità cognitiva.

-  Versante alunni:

  • creare le condizioni per rimuovere le barriere strutturali che impediscono un’accessibilità costante, immediata e diffusa alle risorse informatiche, multimediali e telematiche, superando il modello del laboratorio come ambiente separato dai contesti dove si sviluppa abitualmente il rapporto di insegnamento apprendimento.
  • Educare all’uso creativo e critico delle risorse multimediali e telematiche, anche oltre i contesti di studio.
  • Monitorare e Studiare i processi al fine di restituire modelli di utilizzazione virtuosa delle tecnologie

 Principali attività svolte

  • Sondaggio tra tutti i docenti sulle attese e i bisogni legati ai possibili scenari di incremento consistente delle TIC a scuola al fine di orientare i successivi allestimenti.
  • Analisi di mercato e dei contesti scolastici più avanzati, su strumentazione, software e infrastrutture di rete
  • Allestimento in tutti gli ambienti del plesso di postazioni computer collegate in rete e a sistema di proiezione su grande schermo. Acquisizione di un numero congruo di netbook (laboratorio mobile)
  • Installazione su tutte le macchine di ampia gamma di applicativi open source, mediando le indicazioni emerse dai sondaggi, e di sistemi di protezione e di facilitazione di eventuali ripristini delle funzionalità (macchine virtuali).
  • Questionario on line a tutti i docenti e alunni per fotografarne competenze e uso abituale delle tecnologie a inizio percorso
  • Formazione a cascata sulla dimensione tecnologica e allestimento di forme permanenti di supporto tecnico per tutti e di gestione delle risorse
  • Seminario di restituzione degli esiti del questionario e di costruzione delle tappe successive del percorso progettuale.

Documentazione

- Scheda di progetto (POF)
- Testo del progetto inoltrato al MIUR
- Protocollo di intesa ISA Don Milani-ITD CNR

- Stato dell'arte (rapporti giugno 2009)
- Questionario docenti
- Questionario alunni
- Elaborazione risultati questionario 09
- Resoconto risultati del progetto
- Matematica col computer (video)