LogoDonMilaniLibroAperto

Smartdoc: potenziare la metacognizione per imparare ad imparare

Sempre maggiori evidenze scientifiche hanno dimostrato l’importanza dello sviluppo della metacognizione per migliorare le capacità di apprendimento degli studenti. Con metacognizione si intendono sia la conoscenza del proprio funzionamento cognitivo sia i meccanismi di monitoraggio e controllo dei propri processi di apprendimento. Smartdoc è una attività integrata all’interno di tutti i laboratori del secondo anno, sia tecnico-scientifici che espressivi, che utilizza la documentazione generativa, l’autovalutazione e la creazione di un prodotto per potenziare le capacità metacognitive degli studenti e migliorare così l’apprendimento e il livello di competenza nell’imparare ad imparare.

Le attività sono progettate quindi con una particolare attenzione alla definizione della dimensione della competenza “Imparare ad imparare”. Dal punto di vista metodologico risulta particolarmente significativo il ricorso sistematico alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per creare e condividere progetti e prodotti.

Smartdoc nasce nel 2013 come trasformazione di un precedente progetto sperimentale chiamato Records, in cui un gruppo di docenti aveva ricercato e sperimentato metodi di didattica metacognitiva in un contesto esclusivamente dedicato. Dall’esperienza maturata in Records è nato Smartdoc, una serie di attività per migliorare l’apprendimento delle competenze sviluppate nei laboratori e la competenza imparare ad imparare attraverso il potenziamento della metacognizione. Esso consta essenzialmente di quattro fasi:

Attività in itinere

Questa fase si svolge parallelamente alle attività tipiche di ciascun laboratorio e comporta la compilazione di una tabella di documentazione e una di autovalutazione. La prima serve per tenere traccia del percorso svolto mettendo in evidenza la suddivisione in fasi di lavoro del laboratorio, le attività svolte, gli obiettivi e i metodi utilizzati. Nella tabella di autovalutazione in itinere gli studenti valutano la propria efficacia, le strategie utilizzate, riflettono sulle difficoltà incontrate e sul loro superamento oltre che sui propri punti di forza.

Revisione e ri-strutturazione degli apprendimenti

Al termine delle attività di laboratorio, viene chiesto agli studenti di costruire una tabella o una mappa concettuale individuale che riassuma il percorso appena terminato, quindi si passa alla realizzazione di una mappa concettuale o una tabella condivisa. In questa fase il docente svolge il ruolo esclusivo del facilitatore ed interviene solo per correggere visioni errate e far riflettere su di esse. Questo processo è utile per richiamare i concetti, consolidarli e strutturarli in modo condiviso ed è una ulteriore occasione per riflettere sulla propria efficacia.

Elaborazione di un prodotto finale

Tipicamente si tratta di creare, a coppie o a piccoli gruppi, un prodotto finale digitale della documentazione. Per fare questo i ragazzi hanno bisogno di utilizzare i materiali raccolti durante il percorso. La progettazione del prodotto favorisce, ancora una volta, la riflessione sui contenuti attraverso la rivisitazione del laboratorio, mentre il confronto tra pari aiuta a valutare la propria efficacia di studente nella comprensione dei concetti, nella raccolta di appunti e materiali.

Autovalutazione finale

Questa fase avviene alla fine del laboratorio, dopo il test di verifica finale, e consiste nella compilazione di un questionario online per ciascun laboratorio. Nel questionario gli studenti riflettono non solo sulla propria efficacia, sui punti di forza ed i punti deboli, ma anche sui fattori emotivi che possono aver interferito con il loro apprendimento, dall’interazione con il docente e i compagni, agli aspetti esterni alla scuola.

 Obiettivi

  • Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo e utilizzando diverse fonti e varie modalità di informazione e di formazione, anche in funzione delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e lavoro.
  • Consolidamento e potenziamento delle competenze digitali.

 

Valutazione

Alla fine del quadrimestre, per ogni laboratorio viene valutata la competenza imparare ad imparare mediante l’uso di rubric in cui siano riportati i livelli di competenza raggiunti in merito alla propria capacità di tenere traccia del percorso, di saper raccogliere materiali e trarre informazioni da essi, di saper progettare e realizzare il prodotto finale e di essere consapevoli dei propri processi di apprendimento.