Educazione Alimentare

TitoloEducazione Alimentare
AutoreR. Botta, S. Donadio per il Dipartimento di Scienze, Matematica e Tecnologia
Abstract

L'Unità didattica si colloca nel secondo anno prima dello studio dell'apparato digerente. L'obiettivo è suscitare interesse verso l'alimentazione, prendendosi cura delle proprie abitudini e collegandole allo stile di vita, riconoscendo come questo sia uno dei più importanti fattori che assicurano la tutela della salute. In un'età in cui il rapporto con il cibo può richiedere attenzione in senso qualitativo e quantitativo, perchè possono svilupparsi comportamenti poco razionali, l'educazione alimentare vuole essere una guida per imparare a nutrirsi bene, scegliendo cibi sani, vari, nutrienti e adatti alle nostre esigenze.

Il percorso segue uno sviluppo dal contesto personale a quello sociale, in coerenza con lo sviluppo delle competenze sociali e civiche, attraverso un approccio in quattro fasi:

  1. Il cibo come abitudine personale, i gusti individuali e le scelte alimentari;
  2. il cibo nelle sue componenti nutritive, le proporzioni nella giornata, il menù della mensa a scuola e la piramide alimentare;
  3. il cibo e il fabbisogno energetico, nello stile di vita legato alla mia età, agli sport, agli interessi, alla vita vita sociale e ai modelli di consumo;
  4. il cibo nella complessità del sistema agroalimentare, la filiera, le manipolazioni industriali, gli additivi, qualità ed etica
KeywordsEducazione alimentare, principi nutritivi, dieta equilibrata, stile di vita, fabbisogno calorico
ClasseSeconda
Discipline Coinvoltematematica scienze e tecnologia
CompetenzeN.3 Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia N.12 Competenza sociale e civica
PFUSviluppare la cura e il controllo della propria salute attraverso una corretta alimentazione. Riconoscere il rapporto tra alimentazione ed esercizio fisico in relazione a sani stili di vita. (Indicazioni Nazionali 2012)
Durata20 moduli (10 incontri)
Note
Bibliografia

Per questa unità didattica è previsto l'utilizzo di schede di lavoro, la consultazione del testo di scienze (laddove indicato), e la navigazione di alcuni siti, in un contesto laboratoriale, con l'obiettivo di avviare la riflessione e la discussione.

Sito del Comune di Genova sui servizi di ristorazione (http://www.comune.genova.it/servizi/ristorazione)

Sito italiano di Mc Donald's (http://persapernedipiu.info/qualita/informazioninutrizionali/

calcolatore-di-calorie.aspx)

Spot del New York City healt department su Youtube (https://www.youtube.com/watch?v=O8g3e22ycIw) e anche (https://www.youtube.com/watch?v=jxfu-SVK6OA)

Questa unità didattica contiene 10 fasi

ordine titolo attività obbiettivi materiali
1 Avvio allo studio dei principi alimentari I ragazzi scrivono sul proprio quaderno la loro colazione-tipo: alimenti, quantità (stima). Si raccolgono tutti i dati scrivendoli alla lavagna. Con l'aiuto del libro ( [...] Il lancio dell'attività ha per obiettivo l'inquadramento quotidiano e personale dei propri stili alimentari: gli alunni cominciano a riflettere e dibattere sui grup [...]
2 I gruppi alimentari: tipi e funzioni In lezione partecipata, si ripassano le funzioni dei principi alimentari: carboidrati, proteine, grassi e vitamine. Si può seguire il libro alle pagg. 126-128 e proporre un [...] La lezione ha per obiettivo la sistemazione delle informazioni sulla classificazione degli elementi nutrizionali, prima attraverso la lezione partecipata con lettura dal testo, po [...]
3 La piramide alimentare I ragazzi con l'insegnante leggono l'opuscolo della mensa e studiano la piramide alimentare. L'insegnante propone anche la navigazione del sito del sito del Comune di  [...] Alla fine della lezione gli alunni hanno ragionato sulla giusta proporzione delle componenti nutritive di un loro pranzo tipo (piramide alimentare), hanno imparato a utilzzare il  [...]
4 Meglio il menu della mensa o il McMenu? Indagine guidata con una scheda di lavoro sul confronto tra il menu di un pranzo della mensa e un Mc Menu. Si evidenzia nel confronto quantitativo in percentuale nelle componenti  [...] Attività di rilfessione sui modelli di consumo proposti dalla pubblicità: differenze tra la qualità di un pasto completo e vario e uno a base di sale, zuccher [...]
5 Un mondo di obesi? Attività di laboratorio: sul sito italiano della Mc donald's (http://persapernedipiu.info/qualita/informazioninutrizionali/calcolatore-di-calorie.aspx) si possono compo [...] L'attività, accattivante e laboratoriale, serve per verificare l'informazione diffusa sulla pericolosità di una dieta abituale da fast food, data l'abbon [...]
6 Verifica di metà percorso Verifica individuale di metà percorso sui principi alimentari, sulla piramide degli alimenti e sui comportamenti responsabili. La verifica di metà percorso serve per fissare gli argomenti svolti in questa prima parte per poi introdurre il calcolo del fabbisogno energetico
7 La dieta non bilanciata e il rischio di obesità e diabete Si propone in classe la visione dal alcuni spot educativi a cura del New York Healt Department sulle componenti eccessive di zucchero e grassi nelle bevande gassate (e zuccherate) [...] L'attività vuole stimolare la riflessione intorno al rischio di obesità e diabete presente in una dieta ipercalorica rispetto al fabbisogno richiesto in base al  [...]
8 Come calcolare il proprio fabbisogno giornaliero quotidiano L'attività laboratoriale è descritta sul libro di testo alle pagg. 154-155. Per svolgere il calcolo occorrono una bilancia pesa-persona, calcolatrice e un metro. [...] Il laboratorio serve per quantificare in termini di kilocalorie il proprio stile di vita, comprendendo come questo sia legato all'età, alla crescita, al sesso, allo spo [...]
9 Gli additivi alimentari Si propone la lettura dei principali additivi alimentari, sulla scheda allegata. Immediatamente dopo si leggono le etichette alimentari delle merendine appena consumate dai ragazz [...] L'attività serve a discutere e riflettere sulla manipolazione industriale degli alimenti nella nostra epoca e a rivalutare la scelta di merende semplici e fresche.  [...]
10 Verifica conclusiva e valutazione della competenza Verifica conclusiva sull'educazione alimentare. Seguendo la consegna ogni alunno individualmente descrive le caratteristiche di un pranzo equilibrato e sano adatto al proprio  [...] La verifica oltre a testare la comprensione dei temi trattati nella unità didattica, è anche un contesto utile per osservare la discussione sui comportamenti sani le [...]